Agrumi Bio

La coltivazione degli agrumi è tra le più importanti della Sicilia, quella di maggior rilievo è rappresentata, naturalmente, dalle arance rosse IGP (sigla di indicazione geografica protetta), dai mandarini, dai limoni e dai cedri, che si sviluppa soprattutto nelle fasce costiere dell’isola.

Gli agrumi di Sicilia rientrano a pieno titolo nell’elencazione dei prodotti tipici dell’agricoltura isolana.
Frutti dall’inconfondibile profumo, essi trovano spazio non solo nella cucina ma anche come addobbi da utilizzare per svariati motivi rientranti nella tradizione popolare e nobiliare.

La presenza degli agrumi nell’isola è radicata non solo nell’ambiente stesso, aspetto che dona all’occhio una suggestiva presenza dei caratteristici giardini sempre verdi che raccolgono le varie coltivazioni simbolo dell’isola, ma anche nel loro largo utilizzo in cucina, a partire dai dolci come le bucce d’arance condite che scandiscono le feste religiose più importanti dell’anno ad un piatto tipico della cucina povera, l’insalata d’arance da condire con olio, cipollina ed i finocchi.

Il loro utilizzo in cucina si vede anche in ricette più elaborate, a partire dalla gelatina di mandarini e la crema di limoni, nonché come condimento per alcune pietanze di pesce e carne.

Le loro caratteristiche organolettiche li rendono un alimento utilissimo per conservare la salute umana: recenti studi medici hanno dimostrato che il loro alto contenuto di vitamina C, elemento tra l’altro mantenuto grazie al grado di acidità tipico del frutto, contribuisce all’attività surrenale, aiuta a prevenire l’infarto del miocardio ed il tumore allo stomaco e contribuisce ad allentare i danni del fumo.

L’agrumeto in Sicilia ha una storia importante. I primi a realizzare degli agrumeti in modo razionale nell’isola, e da ricordare in quanto meritevoli dell’introduzione dell’arancia amara in Sicilia, furono gli Arabi.

Granita al limone

Quando arriva l’estate non c’è niente di meglio di una buona granita a base di frutta con cui prendersi una pausa dolcissima e rinfrescante! Noi non ve ne proponiamo una qualunque, ma una versione homemade di una delle granite più conosciute e apprezzate, appartenente alla tradizione della Sicilia, patria di questo fresco dessert: la granita al limone. Un dolce dissetante che racchiude tutta la bontà e il profumo dei limoni, ideale per concludere il pasto con un dessert fresco e ottimo come digestivo, ma perfetto anche per una merenda deliziosa dal gusto intenso e inconfondibile degli agrumi protagonisti indiscussi di questa granita! Cosa aspettate? Scoprite passo dopo passo come preparare questo freschissimo dessert al limone: un piacere per il palato che rinfrescherà le vostre afose giornate estive.

Ingredienti per circa 650 g di granita

  • Succo di limone250 g
  • Acqua350 g
  • Zucchero150 g

Per preparare la granita al limone, innanzitutto versate in un pentolino lo zucchero, l’acqua, mescolate con una frusta , e fate cuocere per circa 5 minuti a fuoco dolce, fino a scioglierlo completamente, dopodiché lasciate raffreddare lo sciroppo ottenuto. Spremete poi un limone e filtrate il succo con un colino, per rimuovere tutti i semini. Unite il succo di limone allo sciroppo e mescolatelo con una frusta.

Trasferite il composto in una gelatiera e azionatela per 30-35 minuti. Una volta passato il tempo, arrestate la gelatiera: avrete ottenuto un composto piuttosto compatto ma cremoso. La vostra granita al limone è subito pronta per essere gustata.

Conservazione

Potete conservate la granita di limone per un mese al massimo in freezer.

Consiglio

Se volete profumare ancora di più la vostra granita, potete aggiungere la scorza di un limone grattugiata.

PER RICHIEDERE INFORMAZIONI SUI NOSTRI PRODOTTI
A MEZZO FAX AL 0924 507080

A MEZZO E_MAIL: agrigestalcamo@libero.it